Un gruppo haffiatato che condivide gli stessi valori

La nostra storia

Prima di costituirsi come soggetto giuridico autonomo nel dicembre del 2005, la Cooperativa Sociale Hattiva Lab onlus faceva parte di Hattiva - Cooperativa Sociale di Tavagnacco (UD), struttura che ha operato dal 1997 al 2014 con l’obiettivo di dare occupazione a persone con disabilità attraverso attività d’impresa (cooperativa sociale di tipo “b”). Dopo avere avviato, dal 1998 al 2002, i laboratori produttivi e di inserimento lavorativo di Tavagnacco (UD), Hattiva progetta nel 2002 l’avvio di servizi diurni per l’handicap orientati a dare risposte diurne di qualità alle persone adulte con disabilità prive di servizi specifici, e non in grado di essere inserite in contesti produttivi in senso stretto.

Nel 2003 pertanto nasce Hattiva Lab, marchio che andava ad identificare inizialmente il nome della sede udinese della cooperativa Hattiva e che corrispondeva ad un unico servizio: un centro diurno socio-educativo e riabilitativo per disabili adulti medio lievi. Con lo svilupparsi e il variegarsi dei servizi e delle attività (nascono nel frattempo diversi progetti territoriali per persone con disabilità) il Consiglio di Amministrazione di Hattiva, di cui era membro anche la attuale presidente di Hattiva Lab, ritiene opportuno porre in essere, nell’anno 2005, un’operazione di spin off aziendale da cui nasce, come soggetto autonomo tramite atto di cessione di ramo d’azienda, la Cooperativa Sociale Hattiva Lab Onlus.

Hattiva Lab nasce, pertanto, il 14 dicembre 2005 (data dell’atto di costituzione) e annovera fra i suoi soci fondatori i 9 soci lavoratori e 1 socia volontaria che afferivano all’area aziendale di competenza.

Nei paragrafi sottostanti ripercorriamo le tappe fondamentale dei nostri 11 anni di attività, considerando come decorrenza, il momento in cui abbiamo insediato le attività, ancora come Hattiva, su Udine, ovvero nel 2003.

2003

Nasce il Centro diurno Hattiva Lab con sede a Udine.
Accoglie 7 utenti con disabilità psico-fisica nella nuova sede di Via Micesio 31. Viene gestito in convenzione con l’Azienda per i Servizi Sanitari n. 4 “Medio Friuli”.
I locali di Via Micesio 31, grazie anche a un contributo provinciale, vengono adibiti a sede del centro diurno e degli uffici di coordinamento. Vi sono a disposizione 235 mq.
Nel Centro Diurno vengono realizzati i primi manufatti con la tecnica della ceramica della tarsia lignea.

2004

Ad Hattiva Lab (che era ancora una costola della Cooperativa sociale Hattiva) viene affidato lo svolgimento di 3 progetti territoriali per le persone con disabilità:
• Progetto “Creativ-abile”, dal Comune di Udine, rivolto a 10 utenti;
• Progetto “Villa Veroi”, l’Azienda per i Servizi Sanitari n. 4 “Medio Friuli”;
• Progetto “Sesamo”, dall’Ambito socio-assistenziale dell’Udinese, rivolto a 10 utenti.
In aprile viene ufficialmente inaugurato il C.S.R.E. Hattiva Lab e, contestualmente, viene realizzata una mostra dei manufatti realizzati all’interno del Progetto Design, denominata C+.
Il 5 giugno viene inaugurata la Mostra ATORATOR, presso i locali del B&B I Fruz di Rizzolo di Reana del Rojale.

2005

Viene finanziato, dalla Provincia di Udine, l’avvio sperimentale del “Progetto InformaHandicap” (poi Centro InfoHandicap) che apre lo sportello al pubblico il 9 aprile.
In agosto partecipiamo per la prima volta alla manifestazione Aria di Festa di San Daniele del Friuli e in novembre alla Manifestazione fieristica Idea Natale con uno stand di manufatti artigianali realizzati nel Centro Diurno.
In agosto viene organizzato il primo Centro Estivo nella località di Ampezzo.
Il 14 dicembre viene costituita da parte di 10 soci, con atto notarile, la Cooperativa Sociale Hattiva Lab. Il 30 dicembre Hattiva Lab acquisisce, con atto di cessione di ramo d’azienda, le attività della sezione “A” di Hattiva, facenti capo alla sede di Udine.

2006

Il Centro InfoHandicap si trasferisce da Via Micesio alla sede del Distretto Sanitario di Udine, in Via San Valentino, 20. Nasce il sito: www.infohandicap.org e la newsletter che, a fine anno, conta 4000 iscritti.
Vede l’avvio il Progetto “Superabile”, doposcuola specialistico per minori con disturbo specifico di apprendimento, grazie a un contributo della Croce Rossa Italiana.
Il Centro InfoHandicap viene incaricato dal quotidiano “Il Messaggero Veneto” di tenere una rubrica quindicinale sui temi di competenza.

2007

Viene affidato, dall’Ambito di Latisana, il progetto “Tempo Libero”, rivolto a 10 utenti con disabilità seguiti dal competente Servizio per l’Inclusione Lavorativa (SIL). Sarà svolto per 2 anni.
All’interno del Centro diurno Hattiva Lab si dà avvio al nuovo laboratorio creativo di feltro e viene realizzato un Corso di danza Spontanea per gli ospiti.
Viene realizzato il primo soggiorno estivo residenziale a Jesolo Lido per gli ospiti del Centro diurno.
Il Centro InfoHandicap viene incaricato, dalla Consulta Regionale Associazioni Disabili, di svolgere, in loro favore, un servizio di segreteria tecnico-organizzativa presso la sede di Trieste. Il servizio sarà svolto per 2 anni.
Il Comune di Tavagnacco (UD) affida ad Hattiva Lab, Centro InfoHandicap, l’apertura di uno sportello di informazione presso la sede del municipio, a Feletto Umberto (UD). Il servizio sarà svolto sino al 2010.
Viene realizzato il sito della cooperativa all’indirizzo: www.hattivalab.org.
Il Comune di Tavagnacco affida ad Hattiva Lab un lavoro di ricerca e indagine sociale sui bisogni della popolazione disabile del territorio. Vengono svolte 101 interviste rielaborate in un volume dal titolo: “A Viva Voce: 101 voci in capitolo”.
L’Area Minori della cooperativa elabora e svolge il primo Progetto di identificazione precoce dei Disturbi specifici dell’apprendimento, denominato “Radar”, effettuando uno screening su 380 bambini di 20 classi prime della zona di Udine.
La cooperativa aderisce al Consorzio di Cooperative sociali “Il Mosaico”.

2008

Il Centro InfoHandicap viene riconosciuto dalla Regione Friuli Venezia Giulia “Presidio di rilevanza regionale” ai sensi della L.R. 41/96, art. 18, comma 2 bis.
In marzo viene presa in locazione una sede amministrativa, uffici e formazione sita in Via Villalta, 59 a Udine, da 150 mq.
Il Comune di Tavagnacco affida ad Hattiva Lab lo svolgimento del “Progetto Musicanto”, in favore di 8 persone con disabilità grave prive di sostegni e attività diurne.
L’esperienza del Progetto “Superabile”, doposcuola specialistico per bambini con disturbo specifico di apprendimento, viene presentato nelle sezioni poster dei due principali convegni annuali nazionali di settore (organizzati da AIRIPA a Padova e AID a Roma).
Nasce “Impariamo a Studiare” Summer School su metodi e tecniche per un apprendimento efficace, per bambini dai 9 ai 14 anni. L’esperienza, che ha registrato 30 iscritti nel primo anno, viene tuttora svolta e si attesta sui 90 iscritti.
Nasce “Hattiva Lab Form”, l’area della cooperativa dedicata alla formazione professionale.
Viene effettuato un restyling completo del logo societario e del sito.
Nasce l’Area Fund Raising, dedicata alla comunicazione sociale e alla raccolta fondi.
Viene effettuato il restyling totale del sito www.infohandicap.org.
Nel Centro Diurno viene effettuato il Laboratorio di Cestini.
In Dicembre prende il via la prima esperienza di raccolta fondi presso la Feltrinelli dal titolo “Molto più di un pacchetto regalo” dalla quale si ricavano € 3.000 di fondi.

2009

Nasce “La F@bbricotta”, nuovo modulo diurno, gestito in convenzione con l’Azienda per i Servizi Sanitari n. 4 “Medio Friuli”, che ospita 7 giovani con disabilità medio-lieve, in uscita dai percorsi di integrazione scolastica.
Il centro diurno Hattiva Lab attiva un nuovo laboratorio creativo di carta riciclata e viene svolto, in favore degli ospiti, un corso di educazione stradale con la collaborazione della Polizia Stradale di Udine.
La newsletter del Centro InfoHandicap viene ristrutturata nell’organizzazione dei contenuti e raggiunge gli 11.000 iscritti.
Il Comune di Udine affida ad Hattiva Lab, con incarico triennale, lo svolgimento di un doposcuola per bambini con difficoltà scolastiche denominato “Imparando”, presso una scuola del terzo circolo.
La “Fondazione UMANA MENTE” del gruppo Allianz di Milano seleziona il progetto “La F@bbricotta”, primo in regione, come destinatario di un significativo contributo biennale.
La Fondazione “Aiutare i Bambini” di Milano selezione come unico progetto in regione il “Doposcuola Superabile” come beneficiario di un contributo per le attività.

2010

Il Comune di Tavagnacco affida ad Hattiva Lab lo svolgimento del “Progetto Ven Cun No”, in favore di 8 persone con disabilità grave prive di sostegni e attività diurne.
In ottobre, grazie a un contributo della Fondazione Crup e della Provincia di Udine, si dà avvio al Centro Ausili Dislessia, servizio gratuito di consulenza e orientamento sui principali ausili informatici e materiali didattici per bambini con DSA.
Nel Centro Diurno si sperimenta un corso sulla cura di sé organizzato con l’assistenza volontaria di una estetista professionista.
Viene organizzato il primo concerto di raccolta fondi al Teatro Nuovo Giovanni da Udine che registra il tutto esaurito (1100 spettatori).

2011

Il Comune di Udine assegna ad Hattiva Lab un appezzamento di terra in Via Bariglaria nel primo orto urbano della città. L’Ikea affida ad Hattiva Lab la gestione di 2 laboratori creativi per bambini all’interno del negozio di Villesse.
Nei centri diurni si sperimentano un laboratorio sull’affettività, con sessioni teoriche e esperienziali e un laboratorio per la realizzazione di un Blog.
Nell’area minori nasce l’attività educativa postscolastica in piccoli gruppi per bambini e ragazzi con difficoltà scolastiche e disturbi specifici dell’apprendimento. Nel primo anno si registrano 18 iscritti, ad oggi il numero è salito a 38.

2012

Il gruppo de La F@bbricotta viene insignito dal Sindaco Honsell del titolo di Cavalieri dell’Orto, per la cura dell’appezzamento di Via Bariglaria e per il contributo dato al mantenimento dell’intera area.
In dicembre la Cooperativa riceve dal Club Unesco di Udine il premio “Udine Città per La Pace 2012” per l’attività meritoria svolta in favore della comunità locale.
L’area minori della cooperativa propone nuovi servizi fra cui pacchetti sugli strumenti compensativi e laboratori sul metodo di studio.
Per la prima volta Hattiva Lab partecipa alla manifestazione fieristica Udine Sposa, esponendo le bomboniere realizzate nei laboratori dei centro diurni, allestendo uno stand molto apprezzato insieme al fotografo Fotomariano di Remanzacco.
In dicembre vengono acquistati i muri di Via Porzus, 62.

2013

Il gruppo de La F@bbricotta inizia a occuparsi di un vasto appezzamento di terreno messo a disposizione dalla signora Marta Zaccaron a Moruzzo. Con il raccolto dell’orto vengono sperimentate le prime conserve nel laboratorio di cucina.
Hattiava Lab vince il bando emanato dal Comune di Tavagnacco denominato “Rete Civica Handicap”, per la realizzazione di attività socioeducative ed espressive in favore di 15 utenti con disabilità. All’interno del progetto prende vita anche un laboratorio teatrale presso il centro Civico di Branco di Tavagnacco.
L’area minori propone un laboratorio di supporto e tutoraggio per gli allievi con difficoltà delle scuole superiori. Sì da avvio, altresì, alle attività di potenziamento pedagogico individualizzato (metodo di studio, comprensione testo).
In giungo iniziano i lavori in Via Porzus 62, a cura dell’Impresa Roppa di Gonars.
Nel dicembre 2013 inizia l’attività lo Sportello di promozione e supporto all’istituto dell’Amministratore di sostegno su incarico dell’Ambito Distrettuale dell’udinese.

2014

In maggio l’Associazione Culturale Vicino/Lontano di Udine incarica Hattiva Lab di realizzare dei gadget per la manifestazione Vicino/Lontano – Premio Terzani 2014.
In giugno Hattiva Lab sposta tutte le attività in Via Porzus 62.

Il 13 settembre viene inaugurata la nuova sede di Via Porzùs.

2015

Nasce il gruppo "oltre" un nuovo modulo del centro diurno che vede l'inserimento di 4 nuovi utenti con disabilità, portando a 28 il totale delle persone in carico. Nasce inoltre il laboratorio di pasticceria che vede coinvolti i ragazzi della F@bbricotta nella produzione di meringhe e biscotti. 
Prosegue l'attività dello Sportello per l'Amministratore di Sostegno con l'aggiudicazione dell'appalto per la gestione dello Sportello per l'Ambito 4.5 dell'udinese fino al 2017 e fino al 2016 per l'Ambito 5.1 di Cervignano del Friuli.
L'area minori vive un importante momento di svolta con la vittoria della gara d'appalto per la gestione di tutti i doposcuola specialistici dell'Ambito 4.5 dell'Udinese a partire dagli ultimi mesi del 2015 per tutto il 2016 e 2017. Sono stati inoltre attivati un doposcuola specialistico presso l'istituto Bearzi e presso l'IC di Martignacco.

Condividi: